Anche quest'anno...un pellegrinaggio del tutto particolare - 11 agosto 2018

Tutti i pellegrinaggi sono diversi uno dall’altro sia per quanto riguarda i partecipanti, sia per le modalità di svolgimento del programma, sia per il percorso che per le celebrazioni. Senz’altro, i pellegrini che sono giunti nel nostro santuario sabato 11 agosto scorso sono stati davvero speciali e il pellegrinaggio certamente insolito.

Verso le ore 18.30 gli abitanti di Castel Sant’Elia e coloro che passavano nel viale del Santuario hanno avuto modo di vedere spostarsi a cavallo un bel gruppo di uomini, giovani e meno giovani. Tanti si sono chiesti chi fossero, soprattutto quando hanno imboccato il viale principale del Santuario. Si trattava di pellegrini provenienti da Sutri, che hanno scelto un assai curioso modo di fare il loro pellegrinaggio alla Madonna “ad Rupes”. Eppure, quello di quest’anno non è il loro primo pellegrinaggio vissuto con queste modalità.

Come raccontano gli stessi protagonisti, l’idea è nata nell’anno del Grande Giubileo del duemila, ed è stata non soltanto un’iniziativa di un gruppo di amanti dei cavalli, ma soprattutto di tanti fedeli provenienti dalla Parrocchia di Sutri, grandi devoti della Madonna e di Sant’Antonio Abate. Costoro hanno deciso infatti di festeggiare proprio così il Grande Giubileo e scegliendo di fare l’esperienza del pellegrinaggio in questo modo davvero singolare anche negli anni successivi: così il Grande Giubileo del duemila si perpetua ogni anno. L’evento è pertanto diventato un appuntamento fisso, vissuto sempre nel sabato, che è il giorno dedicato alla Madonna, che precede la Solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria.

Il momento più importante di questo pellegrinaggio giubilare è stata la celebrazione Eucaristica nella Basilica di San Giuseppe, preceduta dal momento dedicato alle confessioni. La solenne celebrazione è stata presieduta dal Rettore del Santuario, Padre Piero Burek. Il Rettore, oltre a tenere una interessante riflessione sulla Parola di Dio offerta dalla liturgia della domenica, ha ringraziato gli organizzatori di questa importante e interessante iniziativa ed ha incoraggiato tutti i presenti a proseguirla e a crescere come numero di partecipanti ogni anno di più.

P. Pietro ha messo anche in evidenza un fatto importante, cioè che da alcuni anni assieme ai pellegrini a cavallo giunge anche un folto gruppo di pellegrini a piedi, che intraprendono lo stesso percorso partendo ovviamente un po’  prima.

La celebrazione si è conclusa con una benedizione solenne impartita dal celebrante su tutti i presenti, estesa alle loro famiglie e in modo particolare agli infermi, e con la preghiera di affidamento a Maria Santissima “ad Rupes”.

Dopo il ricco nutrimento ricevuto alla mensa del cibo spirituale, i pellegrini hanno proseguito il loro incontro nella pineta del santuario, per dare anche un po’ di nutrimento al corpo e, come hanno riferito alcuni, anche quello è stato molto ricco e abbondante.

Non rimane altro che a dire: alla prossima e arrivederci al prossimo anno!    

 

                                                                                                       Spinosa Marina

1974862
Today
Yesterday
This Week
This Month
173
264
1631
16341