Prima professione religiosa di Pier Paolo Latini e rinnovo dei voti di Jaroslaw Lechocinski

Sabato 22 settembre 2018 nel Santuario di San Michele Arcangelo sul Gargano il novizio Pier Paolo Latini e il seminarista Jarosław Lechociński hanno emesso, il primo, e rinnovato, il secondo, i voti religiosinella Congregazione di San Michele Arcangelo.

Una festa di e in famiglia: i due giovani hanno, infatti, promesso a Dio di servirlo in povertà, castità e obbedienza anzitutto dinanzi al Patrono della propria Congregazione, l’Arcangelo Michele; inoltre, testimoni non sono stati non solo i sacerdoti della Comunità di Monte Sant’Angelo, ma anche i confratelli, il sindaco, i parenti e i parrocchiani di Castel Sant’Elia, sede del seminario micaelita e luogo natale di Pier Paolo.

In una Grotta affollata di fedeli, il rettore P. Ladislao Suchy ha esposto quanto sia importante accogliere e corrispondere l’amore di Gesù per restare fedeli a quel “sì” detto nel giorno del battesimo che per i consacrati è riassunto con maggiore intensità nel giorno della professione religiosa: «Essere discepoli di Cristo, essere micaeliti  non significa fare delle cose, anche se buone e attraenti: carissimi Jarek e Pier Paolo, ciascuno di voi si fa micaelita a causa di qualcuno, a causa di Dio che vi ha amati, che vi ha guardati, che vi ha conquistati e vi ha invitati a seguirlo chiedendovi di collaborare con lui».

E ha concluso con l’augurio di venire «sempre guidati e protetti da San Michele per essere segno di Dio per i giovani e per la gente che incontrerete».

Gina Ritenuti

 

2061506
Today
Yesterday
This Week
This Month
833
1613
3525
27486