CORPUS DOMINI E L’INFIORATA 2019 AL SANTUARIO MARIA SS.MA AD RUPES – CASTEL SANT’ELIA (VT)

La Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, comunemente nota con le espressioni latine Corpus Domini è una delle principali solennità dell’anno liturgico della Chiesa cattolica. Rievoca, in una circostanza liturgica meno carica, la liturgia della Messa nella Cena del Signore (Messa in Cena Domini) del Giovedì santo. La solennità cristiana universale fu istituita ad Orvieto da papa Urbano IV, con la bolla Transiturus dell’11 agosto 1264.

Invece, l’Infiorata è una caratteristica e “colorata” festa annuale che si svolge in moltissime località italiane nel giorno del Corpus Domini ed ha origini molto antiche.

Le strade vengono ricoperte di variopinti e profumati tappeti di petali di fiori, disposti in modo da raffigurare scene sacre e altri motivi ornamentali; su queste coltri colorate passano gli officianti durante la processione del Corpus Domini.

Le cronache storiche ci parlano delle origini delle Infiorate e fanno risalire l’inizio di questo evento artistico alla prima metà del XVII secolo come espressione della cosiddetta “Festa barocca”. Secondo una tradizione consolidata, si pensa che l’usanza di creare quadri per mezzo di fiori sia nata nella basilica vaticana ad opera di Benedetto Drei, responsabile della Floreria vaticana, e di suo figlio Pietro, i quali usarono “fiori frondati e minuzzati ad emulazione dell’opere del mosaico” il 29 giugno 1625, festa dei santi Pietro e Paolo, patroni di Roma. per realizzare uno splendido tappeto di fiori in cui venivano riprodotte immagini sacre e altri soggetti, davanti alle loro tombe.

Da quella data, lentamente la tradizione si diffuse in vari paesi e città, e oggi in molte località le rappresentazioni hanno raggiunto un notevole livello artistico.

L’Infiorata è il frutto di un lungo e laborioso lavoro, che inizia diversi mesi prima della data fissata per la sua realizzazione e vede come protagonista tutta la comunità in cui si svolge.

I gruppi si ritrovano per mettere a punto tutti i dettagli relativi al disegno, alla riproduzione in scala, alla raccolta dei fiori. Nei giorni che precedono la Festa del Corpus Domini il paese tutto è in fermento per la raccolta dei fiori e delle erbe (che poi devono essere selezionati, divisi per colore e tipo e conservati in luoghi umidi) e di altro materiale quale terra, segatura, fondi di caffè, semi, ecc. per ricoprire i disegni, abbozzati sull’asfalto.

La Domenica, di buon ora, si inizia la decorazione dei quadri e da quel labirinto di segni, mani esperte fanno nascere “l’armonia dei colori”.

Grazie di cuore a tutti che hanno collaborato nel Santuario per realizzare l’Infiorata 2019.

2563956
Today
Yesterday
This Week
This Month
1143
936
5662
22063