La bellezza di essere di Dio

In un mondo di superficialità, in cui si cerca il piacere per il piacere e l’edonismo capriccioso, in un mondo dove i ragazzi sono distratti continuamente da mille tentazioni e provocazioni, se un giovane sceglie pubblicamente dinanzi alla Chiesa di volere Gesù come unico bene della sua vita, non si può non gioire, non si può non sperimentare l’esultanza dello spirito»: un piccolo passaggio dell’omelia di Mons. Pasquale Mainolfi che ben sintetizza il clima “vocazionale” e di gioia che ha caratterizzato il quarto giorno della novena.

Domenica 22 settembre 2019, infatti, i novizi Felice Piemontese ed Emanuele Marino hanno emesso per la prima volta i voti religiosi; accanto a loro i due seminaristi, Pier Paolo Latini e Jarek Lechocinski li hanno rinnovati: dinanzi a P. Raffaele Gadek, i giovani micheliti hanno espresso il desiderio e l’intenzione di affidare la propria vita a Dio nel servizio della Chiesa e della Congregazione di San Michele Arcangelo, promettendo, ai piedi dell’Angelico Patrono, di osservare i voti di povertà, castità e obbedienza.

Una celebrazione davvero toccante, in cui vibrante è stata l’emozione dei consacrati e dei loro genitori e parenti: «Rendiamo grazie per la grandezza di Dio, che si è abbassato su di voi, e per la bellezza del “sì” che, come Maria, Madre di tutti i consacrati, voi avete detto dinanzi al Signore», ha ancora aggiunto il predicatore.
    Al termine della Santa Messa, animata dalla Parrocchia “Sacro Cuore di Gesù” di Monte Sant’Angelo – in cui novizio Felice ha vissuto e ha scoperto la propria vocazione – il neo eletto Superiore provinciale ha confidato di sentirsi anch’egli un “novizio” e di aver tremato «come una foglia davanti al mistero di Dio accogliendo ciò che Lui ha dato a voi: la grazia di essere suoi».

Grande la partecipazione di fedeli che, assieme ai numerosi sacerdoti Micheliti e ai parroci di Monte Sant’Angelo, hanno fatto da corona a questo speciale momento da tutti inteso e auspicato come un primo passo del cammino che porterà questi ragazzi a ricevere il sigillo sacerdotale.

3040437
Today
Yesterday
This Week
This Month
427
474
2313
5269