PADRE PIETRO BUREK PRESIEDE LA SOLENNE CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA DI RINGRAZIAMENTO A CONCLUSIONE DEL SUO MANDATO DI RETTORE DEL PONTIFICIO SANTUARIO MARIA SS. “AD RUPES” E DI SUPERIORE DELLA COMUNITA’ RELIGIOSA MICAELITA DI CASTEL SANT’ELIA

Nella splendida cornice della Basilica di San Giuseppe, alle ore 18.00 di domenica 9 settembre si è tenuta una solenne Concelebrazione Eucaristica di Ringraziamento presieduta dal Rettore Padre Pietro Burek e concelebrata da Padre Giorgio Kołodziej e Monsignor Tymon Chmielecki.

Dopo nove anni di servizio ininterrotto, il 15 settembre p.v. Padre Pietro lascerà l’incarico di Rettore del Pontificio Santuario Maria Santissima “ad Rupes” e di Superiore della Comunità religiosa dei padri micaeliti di Castel Sant’Elia, perché chiamato dai Superiori della Congregazione di San Michele Arcangelo ad altri alti incarichi presso la Santa Sede e a Roma.

L’animazione liturgica della santa Messa è stata curata dal maestro Alessandro ed eccezionalmente anche dal gruppo musicale “Michael.it”, ovvero da padre Paolo Zagórski e padre Luca Nowak, due sacerdoti, a noi molto cari, formatisi alla scuola di padre Pietro, il quale per lunghi anni ne ha curato la formazione spirituale, seguendoli e accompagnandoli  nel loro intero percorso vocazionale.

Presenti alla cerimonia un numero straordinario di fedeli, tra i quali il Sindaco di Castel Sant’Elia e la gentile consorte, la Giunta comunale, il Luogotenente dell’Arma dei Carabinieri di Castel Sant’Elia e il Comandante della Polizia Stradale di Monterosi.

Nel suo saluto iniziale, il Rettore p. Pietro ha indirizzato un ringraziamento speciale alle autorità civili e militari presenti ed anche alle autorità delle precedenti amministrazioni di Castel Sant’Elia, alle religiose, ai religiosi, ai suoi più stretti collaboratori e a tutti i fedeli convenuti.

Durante la liturgia, come sempre molto solenne e curata in ogni dettaglio, il celebrante ha tenuto, anche questa volta, una profonda e coinvolgente omelia e si è potuto percepire come l’assemblea sia rimasta per tutto il tempo della celebrazione in raccoglimento profondo e orante, commossa e grata a Dio per il dono del “magnifico” padre Pietro. Un’opportunità per rimanere in ascolto, pregare in comunione, ripercorrere tanti anni trascorsi insieme, commuoversi e ringraziare.

L’occasione per un abbraccio collettivo, al termine della Santa Messa con  il saluto commosso e grato di padre Pietro, che ha ricordato con tanta gioia ed emozione gli anni della sua permanenza tra noi, ripercorrendo a ritroso quelli trascorsi al Santuario in qualità di Rettore e Superiore, ma anche gli anni vissuti a Castel Sant’Elia dal 1994 - anno in cui giunse dalla Polonia per iniziare il suo percorso formativo filosofico e teologico a Viterbo - e il periodo successivo al 2003, quando venne richiamato dalla sua Congregazione dalla parrocchia romana di Ottavia, per venire a servire in questo luogo.

E’ poi seguito il ringraziamento dei collaboratori e degli amici del Santuario, il ringraziamento sentito ed affettuoso di Monsignor Tymon, il breve discorso del Sindaco di Castel Sant’Elia Vincenzo Girolami, che ha avuto parole di profonda stima e gratitudine per p. Pietro al quale ha poi consegnato una pergamena con l’“Atto di benemerenza” per l’impegno e l’abnegazione profusi in qualità di Rettore del Santuario della Madonna “ad Rupes” e di Superiore della comunità micaelita per nove anni. Con profonda riconoscenza e stima da parte di tutto il popolo castellese e dell’Amministrazione comunale”.

Conclusa la celebrazione, come da tradizione ormai da molti anni, non poteva certo mancare un momento conviviale di agape fraterna, ovvero una cena offerta a tutti i presenti, occasione propizia   per poter ringraziare personalmente Padre Pietro e fargli gli auguri per il nuovo e prestigioso incarico in Vaticano quale Postulatore Generale per la causa di canonizzazione del Beato Padre Bronislao Markiewicz, dei beati martiri micaeliti Adalberto e Ladislao ed altri ancora. Auguri che rinnoviamo da questo sito, chiedendo al Signore che continui a donare al nostro carissimo Padre Pietro la sua protezione e la ricchezza del suo amore per poter continuare a vivere fedelmente e in pienezza il grande dono del sacerdozio al servizio della Chiesa e per il bene di quanti ancora gli saranno affidati.

Ti siamo veramente grati, carissimo Padre Pietro, di tutto cuore, per quello che hai fatto per noi e per questo Santuario! Ti siamo grati per ciò che sei per noi! Conserva l'entusiasmo, lasciati stupire ogni giorno dalla grazia di Dio e diffondi ovunque andrai il buon profumo di Cristo, per continuare a testimoniare che il vero potere è nel servizio e che la tua vocazione nasce e si rinnova ogni giorno nell’incontro d’amore con il Signore Gesù e con il popolo di Dio.

Marina Spinosa

Desideriamo comunicare che...

Desideriamo comunicare che Padre Pietro Burek il 15 settembre concluderà l'incarico di Rettore del Santuario e di Superiore della Comunità Religiosa e che si trasferirà a Roma per assumere i nuovi incarichi affidatigli dal Superiore Generale.

Per questo motivo,  invitiamo tutti a vivere insieme due celebrazioni importanti:

- Domenica 9 settembre, nel primo giorno del Triduo, alle ore 18.00, nella Basilica di San Giuseppe Padre Pietro BUREK presiederà la solenne celebrazione Eucaristica di ringraziamento, a conclusione del suo mandato di Rettore del Santuario e di Superiore della Comunità Religiosa e in segno di gratitudine verso coloro con cui ha collaborato e che ha servito negli anni del suo ministero presso la Casa della nostra Madre Celeste, Maria SS. “ad Rupes”. La celebrazione sarà eccezionalmente animata dal gruppo musicale “Michael.it”.

- Mercoledì 12 settembre, nella Solennità di Maria SS. "ad Rupes" alle ore 20.30, nella Basilica di San Giuseppe la Celebrazione Eucaristica presieduta da Sua Eccellenza Rev. ma Mons. Romano ROSSI, Vescovo di Civita Castellana. Al termine della Santa Messa l’immagine miracolosa di Maria Santissima “ad Rupes” sarà portata in processione solenne per le vie di Castel Sant’Elia. Terminata la processione, alla presenza delle autorità e dei fedeli, il saluto del Vescovo, indirizzato a tutti i presenti, cui seguirà la presentazione del nuovo Rettore del santuario.

Festa Madonna ad Rupes - 12 settembre 2018 - PROGRAMMA [PDF]

Anche quest'anno...un pellegrinaggio del tutto particolare - 11 agosto 2018

Tutti i pellegrinaggi sono diversi uno dall’altro sia per quanto riguarda i partecipanti, sia per le modalità di svolgimento del programma, sia per il percorso che per le celebrazioni. Senz’altro, i pellegrini che sono giunti nel nostro santuario sabato 11 agosto scorso sono stati davvero speciali e il pellegrinaggio certamente insolito.

Verso le ore 18.30 gli abitanti di Castel Sant’Elia e coloro che passavano nel viale del Santuario hanno avuto modo di vedere spostarsi a cavallo un bel gruppo di uomini, giovani e meno giovani. Tanti si sono chiesti chi fossero, soprattutto quando hanno imboccato il viale principale del Santuario. Si trattava di pellegrini provenienti da Sutri, che hanno scelto un assai curioso modo di fare il loro pellegrinaggio alla Madonna “ad Rupes”. Eppure, quello di quest’anno non è il loro primo pellegrinaggio vissuto con queste modalità.

Come raccontano gli stessi protagonisti, l’idea è nata nell’anno del Grande Giubileo del duemila, ed è stata non soltanto un’iniziativa di un gruppo di amanti dei cavalli, ma soprattutto di tanti fedeli provenienti dalla Parrocchia di Sutri, grandi devoti della Madonna e di Sant’Antonio Abate. Costoro hanno deciso infatti di festeggiare proprio così il Grande Giubileo e scegliendo di fare l’esperienza del pellegrinaggio in questo modo davvero singolare anche negli anni successivi: così il Grande Giubileo del duemila si perpetua ogni anno. L’evento è pertanto diventato un appuntamento fisso, vissuto sempre nel sabato, che è il giorno dedicato alla Madonna, che precede la Solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria.

Il momento più importante di questo pellegrinaggio giubilare è stata la celebrazione Eucaristica nella Basilica di San Giuseppe, preceduta dal momento dedicato alle confessioni. La solenne celebrazione è stata presieduta dal Rettore del Santuario, Padre Piero Burek. Il Rettore, oltre a tenere una interessante riflessione sulla Parola di Dio offerta dalla liturgia della domenica, ha ringraziato gli organizzatori di questa importante e interessante iniziativa ed ha incoraggiato tutti i presenti a proseguirla e a crescere come numero di partecipanti ogni anno di più.

P. Pietro ha messo anche in evidenza un fatto importante, cioè che da alcuni anni assieme ai pellegrini a cavallo giunge anche un folto gruppo di pellegrini a piedi, che intraprendono lo stesso percorso partendo ovviamente un po’  prima.

La celebrazione si è conclusa con una benedizione solenne impartita dal celebrante su tutti i presenti, estesa alle loro famiglie e in modo particolare agli infermi, e con la preghiera di affidamento a Maria Santissima “ad Rupes”.

Dopo il ricco nutrimento ricevuto alla mensa del cibo spirituale, i pellegrini hanno proseguito il loro incontro nella pineta del santuario, per dare anche un po’ di nutrimento al corpo e, come hanno riferito alcuni, anche quello è stato molto ricco e abbondante.

Non rimane altro che a dire: alla prossima e arrivederci al prossimo anno!    

 

                                                                                                       Spinosa Marina

Benedizione dei nuovi banchi nella Grotta della Madonna - 29 giugno 2018

Il 29 giugno, nella Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, nella Grotta della Madonna sono stati benedetti i nuovi banchi, montati il giorno prima. La benedizione è stata fatta prima della celebrazione Eucaristica delle ore 18.00, presieduta in questo giorno solenne dal Rettore del Santuario, Padre Pietro Burek. Vi presentiamo alcune foto del momento del montaggio dei nuovi banchi e della loro benedizione.

Celebrazione del 1° anniversario del passaggio alla vita eterna di Padre Marian Babula

Giovedì 21 giugno alle ore 18.00, nella Basilica di San Giuseppe ha avuto luogo la concelebrazione Eucaristica in suffragio di Padre Marian Babula, nel 1° anniversario del suo passaggio alla vita eterna. La concelebrazione è stata presieduta da S. Em.za Rev.ma il Cardinale João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, concelebrata da sacerdoti amici e confratelli del defunto Padre Mariano.

Riportiamo le parole del saluto del Rettore del Santuario, Padre Pietro Burek, pronunciate all'inizio della Santa Messa,  che illustrano molto bene il significato di tale celebrazione:

“Carissimi, come tutti ben sappiamo e ricordiamo, Padre Marian Babula è stato improvvisamente e inaspettatamente chiamato dal Signore a passare da questa vita, alla vita eterna, l'anno scorso, esattamente il 15 giugno, nella festa del Corpus Domini.
Alcuni giorni dopo, il 21 giugno di un anno fa, la sua salma, nel suo ultimo viaggio terreno, ha raggiunto la Casa Madre della Congregazione di San Michele Arcangelo a Miejsce Piastowe, luogo nel quale Padre Mariano ha iniziato il suo cammino vocazionale verso la vita religiosa e sacerdotale. Proprio in quel Santuario Mariano, nella Chiesa dedicata alla Beata Vergine Maria e a San Michele, abbiamo dato l'ultimo saluto al nostro caro Padre Mariano e abbiamo accompagnato la sua salma per la sepoltura nel cimitero della Congregazione, dove ora riposa nell'attesa del giorno beato della risurrezione.

A un anno di distanza da quei tristi avvenimenti, carichi comunque di tanta speranza, oggi siamo qui riuniti nel Santuario di Maria Santissima "ad Rupes" per ricordare Padre Mariano e pregare per la sua anima.

A questo santuario Padre Mariano è stato legato fin dal suo arrivo in Italia. Qui si è preparato al sacerdozio e qui ha trascorso la maggior parte del suo ministero sacerdotale. Dal 2000 al 2006 ha ricoperto anche l'incarico di Rettore del Santuario, servendo fedelmente la Madonna e quanti venivano in questo sacro luogo.

Per questo motivo, oggi desideriamo offrire al Signore la nostra preghiera per il defunto Padre Mariano, nel primo anniversario del suo passaggio alla vita eterna, deponendola nelle mani della nostra Madre Celeste Maria SS. "ad Rupes", fiduciosi nella sua intercessione.
In questa celebrazione e in questo momento di preghiera comunitaria ci guiderà Sua Eminenza Reverendissima, il Cardinale João Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, che ora vorrei tanto salutare e ringraziare.

Eminenza, per tutti noi è sempre un grande onore e una grandissima gioia poterLa  accogliere nel nostro Santuario, che Lei conosce molto bene,  avendo qui celebrato e pregato in altre occasioni.

La saluto cordialmente e La ringrazio per aver accolto l'invito a presiedere questa celebrazione. Ma oggi vorrei anche esprimerLe tutta la nostra gratitudine per la Sua disponibilità e benevolenza sempre dimostrate nei riguardi della nostra Comunità Religiosa. 
Saluto con affetto tutti gli amici e i collaboratori del defunto Padre Mariano che prestano il loro servizio nella Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, ed anche nelle altre congregazioni, ringraziandoli per la loro presenza in questo momento di preghiera comune.

Saluto il Signor Davide Querci, Luogotenente della Stazione dei Carabinieri di Castel Sant’Elia.

Infine, saluto i miei confratelli e tutti voi, cari fratelli e sorelle.

Eminenza Reverendissima, Le chiedo ora, a nome di tutti noi, di guidarci in questo momento di preghiera che intendiamo offrire per il defunto e nostro caro amico Padre Mariano, affinché possa vivere eternamente unito a Gesù Cristo, sommo ed eterno sacerdoteˮ.


 

2099031
Today
Yesterday
This Week
This Month
1430
1340
2770
19820